SEO Copywriting: consigli per una scrittura web efficace

Per scrivere contenuti efficaci e di alta qualità sia per gli utenti che per i motori di ricerca, bisogna combinare l’arte della SEO con l’arte della buona scrittura per il web.

Puoi aiutare i tuoi lettori a cogliere il concetto centrale di un post con titoli, sottotitoli e paragrafi chiari. Se le persone capiscono e apprezzano un articolo, saranno molto più inclini a condividerlo sui social e sui propri blog e questo incrementerà il ranking del tuo sito web. Quindi, se vuoi migliorare la tua posizione nei risultati di ricerca, migliora le tue abilità di scrittura. Inizia con questi suggerimenti su come scrivere un articolo SEO-friendly!

Che cos’è la SEO Copywriting?

La SEO Copywriting è l’arte e la scienza di trovare un equilibrio tra un contenuto che persuade e un contenuto che i motori di ricerca possono trovare/comprendere. Significa, dunque, creare testi piacevoli e utili per gli utenti, ma che siano ottimizzati per la SEO. In questo modo i tuoi contenuti troveranno un posizionamento ottimale nella SERP.

Ricerca delle Keyword

È importante scegliere un numero equilibrato di keyword per un testo ancor prima di iniziare a scriverlo. Considera ciò che l’utente sta cercando di trovare o di ottenere con la ricerca di quelle parole chiave, quindi crea contenuti su misura che soddisfino questa ricerca.  

Per trovare un ottimo elenco di keyword, oltre ad utilizzare strumenti gratuiti come Ubersuggest o Google Trend, occorre immedesimarsi nel proprio pubblico. Una volta ottenuto l’elenco delle parole chiave, occorre scegliere la keyword principale, quelle correlate a cui dare priorità e quelle da utilizzare in modo accessorio.

Usa il Tag Title per far capire ai motori di ricerca qual è il topic che stai affrontando. Mentre nell’URL inserisci la keyword principale, che corrisponde all’argomento che stai trattando. Anche nel tag H1 è sempre meglio inserire la keyword più importante. Una volta individuate le parole chiave correlate, che affrontano e definiscono il topic principale, inseriscile all’interno del tag H2, H3, H4, ecc. 

Il testo scritto nella Meta Description non influenza il posizionamento, ma la percentuale di clic (CTR) che è uno dei fattori SEO per migliorare il ranking su Google. Ecco perché è importante scrivere una meta description accattivante. 

Inserisci le parole chiave nel tuo sito o blog con moderazione e ricordati sempre che stai scrivendo per le persone, non per i motori di ricerca. Google valuta la fiducia e l’autorevolezza del tuo sito web, cosa pensano gli altri dei tuoi contenuti e le parole che usano per descriverli come un’importante indicazione di qualità e pertinenza.

Titolo ottimizzato SEO

Dopo aver effettuato la ricerca di parole chiave, ottimizza il titolo proprio intorno alla keyword principale. Ad esempio, decidi di scrivere un articolo intitolato “10 località balneari top in Italia”, perché pensi porterà traffico al tuo blog trattandosi di un tema che interessa.

Tuttavia, inserendo le parole chiave su Google Trends, potresti scoprire che l’interesse verso i termini di ricerca “località balneari” è notevolmente inferiore a quello per “vacanze al mare”. Quindi, dovrai cambiare il titolo in “10 vacanze al mare top in Italia”. Dedicare tempo a questo tipo di ricerca, ti aiuterà a portare più traffico sulla tua pagina

Trova l’argomento giusto

Il tema che sceglierai di trattare dovrà essere pertinente ad argomenti che i tuoi utenti potrebbero cercare ed apprezzare.

I motori di ricerca valutano positivamente i siti web che offrono informazioni utili e rilevanti per i propri lettori. Più i contenuti proposti saranno originali, più otterranno visibilità. Verranno, inoltre, condivisi da un numero maggiore di persone e il ranking di quella pagina aumenterà di conseguenza.

Quando il tuo pubblico clicca sul link di una pagina del tuo sito web, ogni singolo elemento di ciò che scrivi deve far venire voglia di continuare a leggerlo. E quando ciò accade, Google saprà che la tua pagina è pertinente alla query di ricerca e che l’utente ha trovato le informazioni che stava cercando.

Quando scrivi un testo rispondi alle domande del tuo pubblico in modo chiaro e accurato.

Contenuti ben strutturati 

Se vuoi creare ottimi contenuti, strutturali bene.

Innanzitutto, identifica la parte principale del tuo articolo. Una volta strutturato il contenuto suddividendolo in paragrafi, puoi lavorare su ogni parte separatamente. Ogni paragrafo dovrebbe avere un’introduzione, un corpo e una conclusione. Erroneamente si tende a dare poca importanza alla conclusione. Termina i tuoi contenuti con un forte invito all’azione (Call to Action), con cui si suppone il lettore compirà l’azione desiderata.

Le intestazioni (Header) agevolano la lettura del contenuto agli utenti e ai crawler dei motori di ricerca (software automatico che esegue la scansione di pagine dal web e le indicizza). Per ottimizzare per i crawler, puoi aggiungere tag H1 e H2. Un tag H1 è un’intestazione, solitamente il titolo dell’articolo. Un H2 è un sottotitolo di H1. Un H3 è un sottotitolo di H2, e così via, fino a H6s. La migliore pratica per la SEO è usare un solo H1, senza limiti su H2 – H6. 

Gli elenchi sono uno strumento potente per aumentare le possibilità di ottenere un risultato di snippet in primo piano (risultati organici messi in evidenza da Google all’interno di un riquadro speciale) sulla SERP. Gli elenchi puntati o numerati sono concisi e facili da leggere, motivo per cui a Google piace aggiungerli ai risultati di ricerca in primo piano

Aggiungi link interni ed esterni

Terminato di scrivere il tuo contenuto, inserisci anche i link. Si tratta di un importante fattore di ranking per i motori di ricerca. I link interni rimandano ad altre nostre pagine del sito web, mentre i link esterni sono collegamenti che rimandano a un sito web esterno. Aggiungi link come collegamenti ipertestuali attorno a una frase o una parola, anziché inserire semplicemente l’URL della pagina.
link interni migliorano la user experience e influenzano il ranking. Questi link aiutano un utente a navigare verso altre pagine del sito web, offrendo un valore aggiunto all’esperienza dell’utente. Il link interno indica, inoltre, ai crawler dei motori di ricerca che tali pagine sono correlate e rilevanti. Se non si inseriscono link interni, si perde l’opportunità di migliorare le metriche sul comportamento degli utenti, come la frequenza di rimbalzo (bounce rate) e il tempo medio sul sito (average time on site).

link esterni dovrebbero essere utilizzati per fornire al lettore informazioni più approfondite: aggiungono valore ai tuoi contenuti e sono importanti per il posizionamento sui motori di ricerca. Quando si aggiungono link esterni, è essenziale collegarsi a siti web affidabili e autorevoli.

Ottimizza le immagini (Alt Text)

Le immagini sono molto importanti per aiutare gli utenti a comprendere i concetti e migliorano la user experience. Dal momento che i crawler non sono in grado di distinguere le immagini ma leggono solo il testo, inserisci un testo alternativo che descriva in modo accurato l’immagine. Poiché i motori di ricerca non possono “leggere” le immagini, ricercano un testo alternativo che le descriva. Questo testo è chiamato “Alt Text”.

Il testo alternativo offre vantaggi agli utenti non vedenti, se l’immagine non viene caricata. Inoltre, i crawler leggono questo testo per sapere che c’è un’immagine pertinente allegata al contenuto del sito web.

Usa le keyword principali se sono rilevanti per l’immagine. Sii il più descrittivo possibile, utilizzando meno di 120 caratteri. Il testo alternativo dell’immagine può essere aggiunto ogni volta che carichi un’immagine su un sito web o un blog. Di solito c’è un’opzione per aggiungere questo testo vicino alle impostazioni dell’immagine.

Condividi il tuo articolo sui Social media 

Ora che hai scritto il tuo articolo e lo hai ottimizzato per i motori di ricerca, condividilo sui social media. Desideri che il maggior numero di persone lo veda, quindi pensa a dove puoi promuoverlo. Sii amichevole e trasparente, vedrai crescere la tua audience attraverso i social media.

Usa gli hashtag, ma non troppi. Assicurati di utilizzare tag pertinenti relativi ai tuoi contenuti e di utilizzare costantemente un hashtag unico per il tuo marchio, in modo che gli utenti possano trovare facilmente altri tuoi post.

Mostra autenticità e passione per ciò che scrivi. Dopodiché, ottimizza i contenuti sia per gli utenti che per i motori di ricerca offrendo la migliore esperienza di navigazione a chiunque stia leggendo. Fai una ricerca per parole chiave, utilizza parole chiave mirate e segui i suggerimenti per migliorare la visibilità e l’ottimizzazione complessiva delle pagine web del tuo sito.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *